Regione del Veneto

Bonus Vari

 
BONUS ENERGIA

DESCRIZIONE

Intervento che prevede la riduzione dei costi della fornitura di energetica elettrica a famiglie in condizione di disagio economico e per i casi di grave malattia che imponga l'uso di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

IL SERVIZIO È RIVOLTO A

Hanno diritto a tale riduzione i cittadini residenti nel Comune dove presentano la domanda che sono utenti domestici di energia elettrica e che hanno una situazione economica inferiore o uguale all'indicatore ISEE pari a € 8.107,50 e con valore ISEE fino a 20.000 € per i nuclei familiari con quattro e più figli a carico  e coloro che, in possesso di un certificato medico rilasciato dall'Azienda Sanitaria, sono in condizioni di salute tali da richiedere l'utilizzo delle apparecchiature elettromedicali per la loro esistenza in vita. In questi casi, lo “sconto” sarà applicato senza interruzioni fino a quando sussiste la necessità di utilizzare tali apparecchiature.

L'ISEE è un indicatore che consente di misurare la condizione economica delle famiglie tenendo conto del reddito, del patrimonio mobiliare e immobiliare e delle caratteristiche di numerosità e tipologia, utilizzato in tutte le regioni italiane per l'accesso alle prestazioni di carattere sociale; può essere richiesto presso i CAF convenzionati.

COME SI RICHIEDE

La domanda va presentata al CAAF CISL convenzionato col Comune, telefonando al centralino n. 045.8096027 e prenotando l’appuntamento per le sedi dislocate del CAAF.

COME SI ATTUA

Al cittadino che avrà presentato correttamente la domanda di riconoscimento del bonus verrà rilasciata da parte del Comune l''attestazione di avvenuta trasmissione al gestore del servizio. Dopo l'approvazione da parte del gestore stesso, la compensazione in bolletta avrà inizio al massimo entro 60 giorni dalla data di conferma.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Decreto 28 dicembre 2007 (G.U. n. 41 del 18.2.2008)
Deliberazione 6 agosto 2008 - ARG/elt 117/08
Deliberazione 17 ottobre 2008 - ARG/elt 152/08
 


 

BONUS GAS
 

DESCRIZIONE

Il Bonus Gas è l'agevolazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di gas naturale. La misura è stata introdotta dal Ministero dello Sviluppo economico secondo modalità definite dall'Autorità per l'energia elettrica ed il gas (delibera ARG/gas 8809 e s.m.i.) per dare sostegno alcune categorie economicamente disagiate. 

Hanno accesso al Bonus Gas (per la fornitura nell'abitazione di residenza) i clienti domestici con indicatore ISEE non superiore a 8.107,50 euro, nonché le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro. Sono quindi confermati gli stessi parametri economici stabiliti per accedere al Bonus Energia per disagio economico.

NB: Per le domande presentate entro il 30 aprile 2010, il Bonus avrà valore retroattivo al 1° gennaio 2009.

IL SERVIZIO È RIVOLTO A

In  base a quanto stabilito dalla delibera ARG/gas 88/09 e s.m.i., vengono individuate due distinte categorie di beneficiari:

  • La prima, ovvero i Clienti domestici diretti, include i clienti finali titolari di un contratto di  fornitura di gas naturale  in un punto di riconsegna (PDR).
  • La seconda, ovvero i Clienti domestici indiretti, raggruppa le persone fisiche che utilizzano un impianto condominiale (centralizzato) alimentato a gas naturale asservito a un punto di riconsegna (PDR) .

COME SI RICHIEDE

La domanda va presentata al CAAF CISL convenzionato col Comune, telefonando al centralino n. 045.8096027 e prenotando l’appuntamento per le sedi dislocate del CAAF.


IL VALORE DEL BONUS

Il Bonus è determinato ogni anno dall'Autorità per consentire un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua presunta per la fornitura di gas naturale (al netto delle imposte). Il valore del Bonus sarà differenziato:

  • per tipologia di utilizzo del gas (solo cottura cibi e acqua calda; solo riscaldamento; oppure cottura cibi, acqua calda e riscaldamento insieme);
  • per numero di persone residenti nella stessa abitazione;
  • per zona climatica di residenza (in modo da tenere conto delle specifiche esigenze di riscaldamento delle diverse località).

Ad esempio, per l'anno 2009, il Bonus può variare da un minimo di 25 euro ad un massimo di 160 euro per le famiglie con meno di quattro componenti, oppure da un minimo di 40 euro ad un massimo di 230 euro per le famiglie con più di 4 componenti.

 


 


BONUS ACQUA



DESCRIZIONE
Il Bonus Idrico è una misura volta a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto di una famiglia in condizione di disagio economico e sociale. Consente di non pagare un quantitativo minimo di acqua a persona per anno e prevede uno sconto annuo sulla fornitura dell'acqua in base alla numerosità del nucleo familiare e alla tipologia di consumo.

IL SERVIZIO È RIVOLTO A
Hanno accesso al Bonus Idrico (per la fornitura nell'abitazione di residenza) i clienti domestici con indicatore ISEE non superiore a € 8.107,50, nonché le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a € 20.000,00.
Il bonus idrico prevede la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua, a persona ed all’anno, e il relativo ammontare in euro verrà accreditato:

  • all’utente diretto in bolletta su base giornaliera (quindi su ogni bolletta verrà riconosciuto un credito proporzionalmente al periodo fatturato)
  • all’utente indiretto sul conto corrente oppure con assegno circolare non trasferibile (o con altra modalità tracciabile e verificabile) in un’unica soluzione.


COME SI RICHIEDE
La domanda va presentata al CAAF CISL convenzionato col Comune, telefonando al centralino n. 045.8096027 e prenotando l’appuntamento per le sedi dislocate del CAAF.
 


 

torna all'inizio del contenuto